Conosci il nordic walking, l’esercizio per migliorare la tua vita quotidiana

Nota dell’editore: Prima di iniziare qualsiasi programma di esercizi, consultare il medico. Fermati immediatamente se senti dolore.

(CNN)–
Se stai cercando un’attività cardio che faccia funzionare il tuo cuore e migliori la tua vita quotidiana, probabilmente pensi subito alla corsa o all’interval training, noto anche come HIIT. Tuttavia, una nuova ricerca suggerisce che per massimizzare il tuo allenamento, dovresti provare il nordic walking.

Originario della Finlandia, questo esercizio a basso impatto per tutto il corpo può essere eseguito a diversi livelli di intensità. Incorpora l’uso di pali appositamente progettati che vengono lavorati in opposizione alle gambe, ovvero il braccio sinistro e il piede destro lavorano insieme e il braccio destro lavora con il piede sinistro. Il modo in cui i pali sono piantati e spinti ti aiutano a spingerti in avanti e il sistema è particolarmente utile quando si sale o si scende.

Secondo un recente studio, i pazienti affetti da CHD che praticavano il nordic walking hanno avuto un aumento maggiore della loro capacità funzionale, o capacità di svolgere le attività della vita quotidiana, rispetto a quelli che praticavano un allenamento ad intervalli ad alta intensità o un allenamento continuo da moderato a vigoroso. pubblicato sul Canadian Journal of Cardiology.

Secondo uno studio, i pazienti con malattia coronarica che hanno praticato il nordic walking per 12 settimane hanno avuto un maggiore aumento della capacità di svolgere le attività della vita quotidiana rispetto a quelli che hanno fatto allenamento a intervalli.

Pochi studi hanno esaminato gli effetti del nordic walking nei pazienti con riabilitazione cardiaca, ma altre forme di esercizio, in particolare gli allenamenti HIIT, sono state ampiamente studiate, ha affermato l’autrice principale, la dott.ssa Jennifer Reed, direttrice di fisiologia dell’esercizio e salute cardiovascolare dell’Università di Ottawa Heart. Istituto, Canada. Nessun altro studio ha confrontato direttamente i tre regimi di esercizio menzionati.

“La nostra ricerca, che mostra i vantaggi superiori del nordic walking sulla capacità funzionale, evidenzia un’opzione di esercizio alternativa che richiede costi e attrezzature minimi per migliorare la salute fisica e mentale”, ha affermato.

movimento di tutto il corpo

Il nordic walking esercita dall’80% al 90% dei muscoli se eseguito correttamente, secondo l’American Nordic Walking Association, mentre si cammina e si corre solo il 40%. Ulteriori muscoli della spalla, del torace e del braccio utilizzati sono i deltoidi, i pettorali, gli addominali superiori, i flessori dell’avambraccio, il sottoscapolare, il tricipite e gli obliqui esterni. Inoltre, l’uso di questi muscoli aggiuntivi rappresenta un aumento del 20% delle calorie bruciate rispetto a una camminata regolare, secondo uno studio pubblicato sulla rivista Research Quarterly for Exercise and Sport.

Durante lo studio di Reed, i ricercatori hanno sottoposto 130 pazienti a un programma di allenamento di 12 settimane in cui hanno eseguito 60 minuti di nordic walking su una pista indoor; 60 minuti di allenamento continuo da moderato a intenso (ad esempio, ciclismo o canottaggio); o un allenamento HIIT di 45 minuti. Al termine del programma di allenamento, e ancora dopo un periodo di osservazione di 14 settimane dopo il regime, i partecipanti hanno eseguito due test del cammino di sei minuti per misurare la capacità funzionale.

Tutti i regimi di esercizio hanno contribuito ad alleviare la depressione dei pazienti e hanno migliorato la loro qualità di vita, ma la capacità funzionale era maggiore dopo il nordic walking, secondo i ricercatori. I pazienti che praticavano il nordic walking hanno aumentato la loro capacità funzionale del 19%, rispetto al 13% di coloro che hanno fatto esercizi HIIT e al 12% di coloro che hanno svolto un allenamento continuo da moderato a rigoroso.

“Il test del cammino di sei minuti per la capacità funzionale è un test basato sull’evidenza e tipicamente riproducibile”, ha affermato il dottor Jonathan H. Whiteson, professore associato di riabilitazione e medicina presso la NYU Langone Health di New York City. York che non è stato coinvolto nello studio.

“Tuttavia, poiché si tratta di un test del cammino per misurare i miglioramenti da diversi regimi di esercizio, è importante riconoscere che l’allenamento è specifico per attività, quindi non è così sorprendente che l’intervento del cammino, piuttosto che gli altri due interventi di esercizio che non hanno concentrarsi solo sul camminare, ha prodotto il maggiore aumento.

Una misura più obiettiva dell’allenamento aerobico è un test da sforzo cardiopolmonare (CPET), o test da stress metabolico, che può misurare i livelli di forma fisica attraverso l’analisi metabolica, ha affermato Whiteson, che è anche direttore medico della riabilitazione cardiaca presso la NYU Langone Health. “L’uso del test CPET avrebbe migliorato i risultati di questo studio. Detto questo, tutte le modalità hanno migliorato la capacità funzionale e questo è l’obiettivo di un programma di riabilitazione cardiaca, poiché si correla bene con la riduzione del rischio di futuri eventi cardiaci.

Il fatto che il nordic walking sia principalmente un esercizio di camminata e che altri programmi di allenamento includano una varietà di esercizi aerobici potrebbe sicuramente essere il motivo per cui è risultato vincente nel test, ha riconosciuto Reed. L’uso dei bastoncini durante la deambulazione può migliorare la velocità e il controllo posturale e aumentare la lunghezza del passo.

In ogni caso, Whiteson ha emesso un avvertimento: per ottenere una maggiore capacità funzionale, il nordic walking deve essere praticato con vigore e richiede coordinazione ed equilibrio, ha affermato. Pertanto, potrebbe non essere una buona opzione per tutti.

Sulla base di questo studio, il suo team è pronto per iniziare una sperimentazione clinica che esplorerà gli effetti della combinazione di diversi tipi di esercizio in pazienti con malattie cardiovascolari, come la combinazione di allenamento HIIT e camminata nordica.

senti lo sforzo

I risultati positivi dello studio hanno anche suscitato l’interesse del team nell’esplorazione ulteriormente dei potenziali benefici del nordic walking su altre misure di salute, come la forza della parte superiore e inferiore del corpo e gli indicatori della salute cardiovascolare, come il glucosio e i lipidi nel sangue. I risultati positivi potrebbero indicare il suo utilizzo in persone con altre condizioni, come l’obesità e il diabete.

Negli Stati Uniti, solo dal 20% al 30% dei pazienti che possono beneficiare della riabilitazione cardiaca e che possono trarne beneficio vengono indirizzati e vi partecipano, secondo Whiteson. Questa mancanza di partecipanti alla riabilitazione attiva rende la ricerca come quella di Reed importante in quanto indica un’altra modalità di esercizio che possono utilizzare e molto pratica in quanto può essere eseguita al di fuori di una palestra. “Aiuta anche a ricordare agli operatori sanitari e ai pazienti che la riabilitazione cardiaca è una parte essenziale del loro regime di recupero, della loro salute e benessere futuri”.

Forse il più grande risultato dello studio, secondo Reed e Whiteson, è che tutti possono trarre beneficio dall’esercizio. “Non esiste una pillola magica per la salute, ma l’esercizio è una medicina che prende di mira più condizioni di salute contemporaneamente”, ha detto Reed. “Quando si tratta di attività fisica, mi piace dire: ‘Un po’ è meglio di niente, e più è meglio di un po’.'”

— Melanie Radzicki McManus è una scrittrice freelance specializzata in escursionismo, viaggi e fitness.

Add Comment