Esercizio, meditazione e altri 7 consigli per iniziare un nuovo stile di vita

5 consigli per iniziare un nuovo stile di vita – Benessere

Da tempo ormai sempre più persone hanno preso coscienza dell’importanza di uno stile di vita sano per un migliore stato di salute. E in questo senso, ha anche guadagnato forza l’idea che corpo, mente e spirito non siano dissociati negli esseri umani e che il benessere generale dipenderà dall’equilibrio tra questi insieme.

Quindi, una buona alimentazione, un buono stato di salute, devono andare di pari passo con una routine di attività fisica secondo le esigenze di ciascuno, una visione positiva della vita, un lavoro che soddisfi le aspettative e un cerchio di legami. sano, tra gli altri fattori.

A volte lo sguardo degli altri si appesantisce quando si prendono decisioni importanti nella vita delle persone, come cambiare lavoro, abbandonare una carriera o porre fine a una relazione che sottrae più di quanto non aggiunga alla felicità quotidiana.

Ecco alcuni consigli che spesso gli specialisti consigliano per aumentare la felicità e il benessere generale.

I benefici dell’attività fisica vanno ben oltre il risultato estetico (Getty)

1- Fai attività fisica

Quando si pensa all’esercizio o alla pratica di uno sport, generalmente è alla ricerca di un risultato fisico. Ma veramente i benefici vanno ben oltre, dall’umore alla salute cardiovascolare e cerebrale.

Secondo un rapporto del Mayo ClinicaTutti traggono vantaggio dall’esercizio, indipendentemente dall’età, dal sesso o dalle capacità fisiche. E hanno elencato i vantaggi: controlla il peso, combatte le condizioni di salute e le malattie, migliora l’umore, aumenta l’energia, promuove un riposo migliore, migliora la vita sociale e promuove la socializzazione, tra gli altri vantaggi.

2- Fai di più di quello che ti piace e fai bene. trova hobby

Gli hobby dicono molto di una persona. Andare al cinema, passare del tempo con gli amici, fare sport o giocare online, rivelano la personalità di ogni individuo.

Man mano che la persona cresce, sognare di potersi dedicare professionalmente alle attività che più gli piacciono è una cosa che capita spesso e che pochi credono possibile.

3- Definisci uno scopo e lavora su ciò che piace a ciascuno

Fare ciò che piace a tutti non è lo stesso che fare ciò che funziona meglio per noi, anche se possono andare di pari passo. Spesso ci sono casi di persone che bramano un cambiamento profondo e superante, eppure, paralizzate dalla paura e dall’incertezza, scelgono di rimanere aggrappati a ciò che è noto -e anche comodo, la famosa zona di comfort- e continuano così fino allo sfinimento.

Mettere in atto i doni che ci sono stati dati è una parte essenziale della missione, perché è dinamica, attiva, avventurosa e divertente.

Per non essere rifiutati, molte persone impongono una pretesa che non permette loro di essere felici (Getty)
Per non essere rifiutati, molte persone impongono una pretesa che non permette loro di essere felici (Getty)

4- Sii paziente e lavora per ridurre le richieste su te stesso

In Austria, i ricercatori dell’Università di Salisburgo hanno scoperto quella che hanno chiamato “la sindrome dell’impostore” e hanno definito che è molto più comune di quanto immaginassero.

Dopo aver esaminato in modo anonimo 238 professionisti con istruzione universitaria, hanno scoperto che il 70% si considerava una frode a un certo punto della propria carriera.

Lo studio – pubblicato sulla rivista Frontiere in psicologia– aveva lo scopo di valutare gli effetti controproducenti che l’eccessiva domanda personale può avere sul posto di lavoro. I risultati hanno mostrato che la difficoltà nel riconoscere le conquiste personali è un male diffuso che danneggia gravemente l’autostima del lavoratore.

5- Non cercare la perfezione in tutto ciò che viene fatto, impara dagli errori

La paura è una delle emozioni più forti dell’essere umano; In definitiva, si tratta di sopravvivenza. Nelle società moderne le minacce che l’uomo primitivo aveva non esistono, tuttavia il meccanismo è molto sensibile e in molti casi vive attivato, e fa vivere in uno stato di allerta permanente. Questo è ciò che è noto come stress.

Comunque, c’è una situazione ancora più paradossale: il terrore di essere ingannati dall’idea che il mandato debba essere perfetto per non essere rifiutato. Quindi, per non essere rifiutati, molte persone si impongono pretese che non consentono loro di essere felici.

“La qualità della nostra vita dipende dalla qualità della nostra mente e la meditazione è uno strumento fondamentale per 'pulire la nostra mente'” (Getty)
“La qualità della nostra vita dipende dalla qualità della nostra mente e la meditazione è uno strumento fondamentale per ‘pulire la nostra mente’” (Getty)

6- Medita, visualizza e proietta mentalmente ciò che vuoi ottenere

“La qualità della nostra vita dipende dalla qualità della nostra mente e la meditazione è uno strumento fondamentale per ‘pulire la nostra mente’”, spiegato a Infobae coach ontologico e istruttrice di yoga e meditazione Lucía Garro.

E ha aggiunto: “Proprio come ci laviamo o ci laviamo i denti ogni giorno, ogni giorno dovremmo meditare per mantenere una mente senza stress”.

7- Chiedi aiuto a coloro che hanno ottenuto ciò che desideri nella vita

Molte volte, Proprio sulla strada della riduzione delle pretese su se stessi e del lasciarsi sbagliare, può essere di grande aiuto rivolgersi a chi ha realizzato ciò che tanto si desidera nella vita.

Non è un segno di debolezza. A differenza di. Per la laureata in psicologia Celia Antonini, “Evitare di chiedere aiuto è un errore che si fa spesso”. “Non vogliamo mostrarci deboli, insicuri, timorosi, confusi e cerchiamo un modo per apparire una sicurezza che non abbiamo per molte cose”, ha riflettuto. Tendiamo a credere che evitando di mostrare le nostre debolezze ci consideriamo più forti e non è così, anche se può sembrare una contraddizione, mostrarci nel bisogno ci rafforza”.

Con questi precetti, chi sa dice che tutti possono realizzare tutto ciò che si prefiggono di fare nella vita (Getty)
Con questi precetti, chi sa dice che tutti possono realizzare tutto ciò che si prefiggono di fare nella vita (Getty)

8- Vibra con amore, abbondanza e positività

Legato in qualche misura a quanto sopra, per maestro di reiki, insegnante di meditazione, Ayurveda e Hatha Yoga e istruttore di mindfulness Mario Lombardi, “la meditazione è lo strumento olistico che ci permette di connetterci più profondamente con la nostra mente inconscia, dove risiedono le nostre emozioni irrisolte o che cerchiamo di nascondere o rifiutare, con quelle emozioni che stanno avendo un impatto negativo sul nostro presente e che potrebbero essere sorte dal momento della gestione e con l’inconscio collettivo dell’umanità. Possiamo dire che non c’è altra tecnica che lavori profondamente sul nostro inconscio che la meditazione”.

9- Sii deciso e chiedi perdono

Per orgoglio, molte persone convivono con rancori accumulati che non consentono loro di affrontare le scuse in modo frontale e salutare per conciliare posizioni lontane e risolvere situazioni spiacevoli.

I ricercatori delle aree sociali della Stanford University hanno sintetizzato, a loro avviso, una formula ideale per chiedere scusa, che copre quattro punti:

– La prima è che capisci e sei consapevole di aver commesso un errore.

– La seconda è che ti assumi la responsabilità, senza trasferirla ad altri. Prendi il comando.

– Il terzo è che è importante proporre un piano per risolvere le cose.

– Il quarto è che ti impegni ad agire senza esagerare e a prendere precauzioni in situazioni simili al futuro

Con questi precetti, coloro che sanno affermano che tutti possono ottenere tutto ciò che si prefiggono di fare nella vita. Non sempre “quanto costa, vale” come spesso veniva insegnato ai nonni: a volte si tratta di lasciare che il flusso scorra e di avere gli strumenti emotivi per far sì che le cose accadano.

CONTINUA A LEGGERE

Meditare come strategia per combattere lo stress: una guida pratica per principianti
Sei metodi pratici per padroneggiare l’arte di scusarsi e sentirsi senza sensi di colpa
Cosa si nasconde dietro l’estrema responsabilità

Add Comment