essere migliore di Lewandowski per l’alcol e la strada

È stato il vincitore dell’ultimo FIFA The Best, convertito 344 gol in 375 partite giocate con il Bayern Monaco e adesso è nel mirino di Barcellona. Robert Lewandowski è uno dei migliori 9 al mondo, con urla indimenticabili sia nel Bundesliga come nel Campioni. A 33 anni ha un fiuto da gol unico: da destra, da sinistra o di testa, di solito non perdona i portieri, ma da giovane non ha avuto vita facile.

Guarda anche

Quando stava muovendo i primi passi in Polonia, ha dovuto lasciare il Legia Varsavia per andare a giocare per la promozione. La ragione? L’apparenza di David Janczykun attaccante che Ha dipinto per essere crack, che è venuto a convertire un gol in Argentina e a cui il destino gli ha giocato uno scherzo: mentre Tito è ambito in Europa, questo calciatore -anche polacco- Sta vivendo un triste presente lottando contro l’alcol, una dipendenza che lo ha portato a essere trovato più volte sdraiato per strada.

Guarda anche

Luis Díaz e un gesto meraviglioso con un piccolo fan

Dawid Janczyk con Mourinho.

Dawid Janczyk con Mourinho.

Nel 2005, quando aveva 17 anni, Janczyk firmò con il Legiaun club che stava cercando di interrompere la serie di vittorie del Wisla Cracovia (aveva tre titoli di fila nel campionato polacco) Nonostante il Chelsea gli abbia offerto un contratto dopo un processo in cui ha convinto Mourinho e che Arsene Wenger lo invitò all’Arsenal, Dawid decise di respingere la proposta dei Blues e tornò nel suo paese dopo la morte di Papa Giovanni Paolo II.

Guarda anche

Palazzi: "Il campionato tedesco mi ha preparato per il Mondiale"

elencato come “il più grande talento che abbiamo avuto nella storia del club”Janczyk ha vinto la partita di braccio di ferro contro Lewandowski, ha segnato cinque gol e ha aiutato la sua squadra a sollevare il tanto atteso trofeoche ha portato alla partenza di Robert per Znicz Prusko, dalla Terza Divisione: i suoi 21 gol in quella squadra lo hanno portato al Lech Poznán e dopo due stagioni è arrivato al Borussia Dortmund, dove ha iniziato ad allenarsi come killer di gol.

Dawid Janczyk ai Mondiali U20 2007.  AFP.

Dawid Janczyk ai Mondiali U20 2007. AFP.

Alla pari, Janczyk ha iniziato a giocare nella gioventù polacca, ha giocato nella Coppa del Mondo U20 in Canada nel 2007 e ha segnato un gol per la squadra campione di Hugo Tocalli, che aveva figure come Kun Agüero e Sergio Romero. Il fatto di aver fatto parte degli 11 ideali di quel torneo lo ha portato ad essere nel mirino di grandi squadre come Liverpool, Atlético de Madrid e Chelsea, ma i poli hanno accettato solo l’offerta di poco più di 4 milioni di euro del CSKA Mosca.

Guarda anche

Xavi ha ammesso che il Barcellona vuole Lewandowski

Il passaggio che segnò l’inizio della fine della sua promettente carriera.

A 20 anni, ha iniziato a guadagnare il doppio dello stipendio medio di un calciatore della Bundesliga, ma nel calcio non si è divertito: retrocesso dietro a Vagner Lowe e Jo Alves, ha segnato a malapena un gol, si è infortunato alla mano e l’alcol è diventato parte della sua vita. Anche se nel 2008 ha esordito con la Major League di Polonia e quando è stato ceduto in prestito al Lokeren in Belgio ha alzato il livello (14 gol in 31 partite), poi è passato al Germinal Beerschot e ha avuto il suo primo incontro con un allenatore, che lo ha accusato di essere fuori forma.

Guarda anche

Simeone: forte autocritica e il "vertigini" per i disegni tattici

Se potessi cambiare qualcosa sarebbe non andare al CSKA. Volevo andare in Spagna. Avevo offerte dal Betis, dal Siviglia e un’ottima offerta dall’Atlético de Madrid, ma il Legia ha deciso di vendermi alla Russia. Lì ho iniziato a bere e questo ha distrutto la mia vita. Comprerei vodka e andrei a bere a casa in pigiama a tutte le ore. Non mi è piaciuto. Non ero divertito. Ma ero solo”ha riconosciuto nella sua biografia.

Dawid Janczyk e la sua autobiografia.

Dawid Janczyk e la sua autobiografia.

La fine della storia è triste. Il CSKA lo ha rilasciato nel 2013 e una notte ha subito un coma alcolico in un ospedale psichiatrico: dopo essere stato più volte rianimato, ha ripreso conoscenza, ha fatto a pezzi la stanza e ha urlato in tre lingue diverse: inglese, russo e polacco. I dottori non avevano mai visto niente del genere in quel posto…

Guarda anche

La dura storia del primo scudetto del PSG

Nel 2016, all’età di 29 anni, è tornato in Polonia e si è presentato al Sandecja Nowy Sacz, della Seconda Divisione polacca. Ha affermato di essere sobrio per la prima volta in sette anni, ma ha giocato solo otto partite, è tornato alla dipendenza e scrivere la sua biografia è stata una piccola via di fuga. Anche se non ha lasciato il calcio, la sua vita è stata caotica: ha attraversato club dilettantistici in Polonia e Germania, è stato trovato più volte mentre dormiva ubriaco per strada a Varsavia e l’anno scorso ha recitato in una scena sfortunata.

Guarda anche

Mbappé, ad un passo dal rinnovo con il PSG

Janczyk ha caricato un video sulle sue reti in cui è stato avvertito ubriaco, in macchina, mentre si sentivano le voci di alcuni bambini sul sedile posteriore. Nelle immagini – che poi ha cancellato – lo si vede girare negli ultimi secondi con i pantaloni abbassati: “Sono un ubriacone e mi sta bene.” Oggi, a 34 anni, mentre Lewandowski si prepara alla Coppa del Mondo in Qatar, Dawid gioca un torneo regionale al Górnik 09 Mysłowice in Sileciacon il rimpianto di non aver potuto scrivere una storia migliore…

.

Add Comment