Formula 1: Charles Leclerc ha conquistato la pole position al Gran Premio di Spagna e Fernando Alonso non ha superato la Q1

Con molta suspense e in un modo incredibile. Così è arrivato il monegasco Charles Leclerc questo sabato il polo in Gran Premio di Spagna, il sesto round della Coppa del Mondo Formula 1 che si correrà questa domenica sul circuito del Montmeló di Barcellona. Un testacoda al termine del suo primo giro veloce in Q1 non ha lasciato spazio al leader del campionato per un altro errore, rientrando ai box, rientrando in pista e accelerando più di chiunque altro per assicurarsi il primo posto sin dall’inizio.

“E’ stato molto difficile. Ho fatto un errore e ho fatto solo un giro, ma la macchina è fantastica e ce l’ho fatta”. Ha sintetizzato Leclerc, dopo aver segnato 1m18s750/1000 e aver completato la sua quarta pole position della stagione. Quasi demoralizzante per i suoi rivali, compreso il suo compagno di squadra, lo spagnolo Carlos Sainz, che dopo quella situazione sembrava essere l’asso rimasto nella manica degli azzurri dopo aver occupato il secondo posto nei due segmenti precedenti. Ma era 3°, anche lui dietro agli olandesi Max Verstappen, la cui Red Bull ha esaurito la potenza in una curva quando era il più veloce e stava cercando di migliorare il suo record.

Errore di Leclerc in qualifica

“Non ho potuto fare il mio ultimo giro. Il DRS non si è aperto o ho semplicemente perso potenza. Ma, in generale, essere in prima fila è un bel traguardo”, ha affermato, guardando con ottimismo, il campione del mondo, che era a 323/1000.

Sainz dividerà la seconda fila con il britannico Giorgio Russell, che è arrivato quarto con una Mercedes che sembra prendere slancio per essere più competitiva. Infatti il ​​suo connazionale Lewis Hamilton è stato 6° e sarà accanto al messicano Sergio “Checo” Perez nella griglia.

I primi 10 posti sono stati completati dal finlandese Valtteri Bottas (Alfa Romeo), il danese Kevin Magnussen (Haas), l’australiano Daniel Ricciardo (McLaren) e il tedesco Mick Schumacher (Haas), che hanno ottenuto la sua migliore posizione di partenza.

Il riepilogo della classificazione

Il secondo trimestre ha consegnato il miglior tempo di Verstappen come la più grande novità e altro Schumacher ha approvato quell’istanza per la prima volta, con una certa suspense perché dopo aver abbassato la bandiera a scacchi il miglior giro è stato preso dal britannico lando norris (McLaren), che partirà 11°. Gli altri quattro che non sono passati al momento più importante della definizione della griglia sono stati il ​​francese Esteban Ocon (Alpine), il giapponese Yuki Tsunoda (Alpha Tauri), il francese Pierre Gasly (Alpha Tauri) e il cinese Guanyu Zhou ( Alfa Romeo ).

Max Verstappen ha avuto la pole fino all’ultimo minuto, quando qualcosa lo ha fallito in Red Bull e Leclerc è volatoap – ap

La giornata di qualificazione era iniziata con sorprese nella Q1, segmento che due ex campioni della categoria non sono riusciti a superare. cosa asturiana Fernando Alonso È stato un colpo importante, perché la sua presenza in Q2 è la più naturale e, inoltre, è uno dei piloti locali. “Ci mancava un po’ di ritmo e c’è stato un problema di comunicazione con il mio ingegnere”, si è lamentato che non era stato negli ultimi cinque dal Gran Premio del Messico 2021.

Con la sua Alpine partirà 17°, dietro al tedesco Sebastian Vettel (Aston Martin), che non riusciva a credere di non aver superato quell’istanza. “È uno scherzo, vero?” ha chiesto alla sua squadra alla radio quando gli hanno detto che aveva 16 anni. Dietro di loro c’era il canadese Lancia Passeggiata, con l’altra Aston Martin, e le due Williams, quella thailandese alessandro albino e il canadese Nicola Latifi, che uscirà dal fondo della griglia.

Le Mercedes di Lewis Hamilton e George Russell si mostrano più veloci e saranno tra le prime sei sulla griglia del GP di Spagna
Le Mercedes di Lewis Hamilton e George Russell si mostrano più veloci e saranno tra le prime sei sulla griglia del GP di Spagnaap – ap

Leclerc, il più veloce anche nelle ultime prove libere

Con la Ferrari Leclerc ha fatto segnare il miglior tempo nella terza sessione di prova gratuita del Gran Premio di Spagna, sabato mattina. Il leader del Campionato del Mondo ha girato a pieno regime 22 volte e ha fatto registrare il tempo di 1’19s772/1000, a soli 72 millesimi di vantaggio da Verstappen (Red Bull), che ha completato metà dei giri del monegasco.

Dietro di loro le due Mercedes del britannico Russell e Hamilton. Sainz, con l’altra Ferrari, e l’altra Red Bull, di Checo Pérez, hanno completato la top-6. Quello che non ha potuto far segnare il tempo è stato Gasly, per problemi meccanici con l’Alpha Tauri, mentre Schumacher ha avuto una scossa di fuoco quando i freni si sono scaldati ed è riuscito a girare pochissimo.

Add Comment