Invito retrò: Carolina Peleritti ha ricordato la proposta sorprendente e frettolosa che le fece Gastón Pauls

Carolina Peleritti e Gaston Pauls

Dopo anni di distanza, i famosi hanno centinaia di aneddoti insieme, molti dei quali poco conosciuti, deliranti e divertenti. Come quella che ha portato alla luce nelle ultime ore Carolina Peleritti, con il collega Gastón Pauls che due decenni fa le fece una proposta eclatante e frettolosa.

Nel suo programma su Telefe, Denis Dumas voleva sapere: “È vero che Gastón Pauls ti ha affrontato dal nulla e ha proposto di avere un figlio insieme?”. E con sorpresa di tutti i presenti, l’attrice di più vicini Ha dichiarato: “Sì, è vero. Anche noi eravamo molto giovani, avevamo vent’anni. Ci siamo appena conosciuti, si è avvicinato a me e invece di propormi di uscire a bere qualcosa, mi ha proposto questo: avere un figlio. Era così, spiritoso”.

Dopo che l’autista ha chiesto maggiori dettagli a riguardo, l’attrice ha continuato: “Sì, in uno, ma la cosa più pazza è che è venuto con grande entusiasmo. Si è avvicinato e mi ha detto: ´Immagino di avere un figlio con te´. Non è che mi abbia invitato a mangiare o qualcosa di più normale”.

“Come hai reagito, Caro?” Ha chiesto Nico Peralta, relatore e lei ha chiuso: “È stato carino, non so, che qualcuno te lo dicesse… Mi ha reso tenero. Che ne so, era amorevole, mi diceva che mi immaginava come la madre dei suoi figli, che voleva condividere la vita con me, mi dava una tenerezza totale. Ma Gastón è così, molto speciale. Lo adoro”.

L’ex modella è una delle protagoniste dell’opera più viciniinsieme a Sofia Gala, Gonzalo Valenzuela e Juan Gil Navarro al Multiteatro di Comafi. Dopo la prima, le voci di una storia d’amore tra la figlia di Moria Casán e l’ex Floricienta hanno iniziato a suonare forte.

Da parte tua Gastón Pauls è l’ospite del ciclo CrónicaEsseri liberi, in cui, con ospiti d’eccezione e reportage, approfondisce il problema delle dipendenze, ogni venerdì dalle 22:00 Stasera riceverà l’attore e regista Franco Tirri. “Droga e alcol ti tolgono la libertà. Quando sono arrivato a Okupa ho avuto un ricovero completo, in quel momento stavo usando marijuana, ero privo di cocaina o pasta di base”, ha confessato l’artista.

“Molti anni fa stavo pensando al format, lo offrivo su alcuni canali e loro non lo consideravano praticabile.. È stato difficile per me esprimere come volevo farlo ed è apparso Chronicle, ha detto “lo facciamo come vuoi” e sono stato in grado di iniziare a svilupparlo, è ciò che si vede ed è vivo. Non mi preparo (per le interviste), sento che sono come discorsi tra tossicodipendenti, purtroppo ho un’esperienza duramente conquistata, l’ho subita, l’ho subita, so di cosa parlo e so di cosa sta parlando la persona. Non ho dubbi che si aprano di più con me (per la loro esperienza), ho chiamato gli intervistati e mi hanno detto di sì perché sapevano che non ci sarebbe stato un colpo basso, ma che stavo cercando la stessa cosa di loro, per poter parlare onestamente dell’argomento”, aveva raccontato l’attore spettacolo televisivo tempo fa su come è nato il tuo spettacolo.

Quest’estate il primo Montagne russe era a New York accompagnando sua figlia Muna, frutto della sua relazione con Agustina Cherri, nel corso ha intrapreso Go Broadway. Da lì, padre e figlia hanno condiviso divertenti cartoline del loro tempo nella Grande Mela e anche dell’incontro tra la giovane e Cris Morena, che quasi trent’anni fa ha aperto le porte di Chiquititas a sua madre.

Fu proprio durante quel viaggio che morirono venti persone per aver consumato cocaina adulterata. Dagli Stati Uniti, Pauls ha fatto una profonda riflessione: “Nel programma si parla dell’immenso numero che muore, Oggi esce la notizia che molte persone muoiono per droghe adulterate, come se le droghe consumate nel mondo non fossero piene di merda, spazzatura, speculazioni per vincere soldi. La droga è già adulterata, ciò che si consuma è merda e lo sanno tutti”.

“Mia figlia è accanto a me come testimone, sono una tossicodipendente in via di guarigione, stavo prendendo il merchandising e quando prendi il merchandising, prendi quello che è il merchandising, non ti interessa da dove viene, pensiamo alla prevenzione, perché questo esplode. Grazie per l’accompagnamento e mai più schiavi, cerchiamo di essere Esseri Liberi ”, ha chiuso.

CONTINUA A LEGGERE:

Il gesto del Pettinato al seguito del neurologo deceduto e la reazione dei familiari della vittima
La cifra milionaria che Nicole Neumann pretende da Fabián Cubero: richiesta di sequestro e lista dei debitori
È cubana, vive in Argentina e non vede suo figlio da 6 anni: il gesto commovente di Mercedes Carreras ne Gli 8 passi del milione

Add Comment