Roland Garros. Dominic Thiem, in un momento critico: ha perso tutte le partite giocate quest’anno

PARIGI – È stato finalista qui non molto tempo fa, nel 2018 e nel 2019. Dopo Rafael Nadal, sembra essere stato lui a conquistare il regno arancione nel Bois de Boulogne. Ma oggi è molto difficile da riconoscere Domenico Thiem al giocatore che un paio di stagioni fa è diventato il numero 3 al mondo ed è diventato campione degli US Open nel 2020.

Thiem, oggi molto lontano dal giocatore che ha deliziato il pubblico dell’ATP di Buenos Aires, dove è stato campione nel 2016 e nel 2018, ha salutato molto presto il Roland Garros. Appena passato mezzogiorno del primo giorno, ha firmato l’addio con una sconfitta per 6-3, 6-2, 6-4 contro il boliviano Hugo Delien, in poco più di due ore di azione. Al suo ritorno a Parigi, ha segnato 29 vittorie ed è affondato con 42 errori non forzati, il triplo del suo rivale (14).

Dominic Thiem è caduto al suo debutto al Roland Garros contro Hugo Delien.CHRISTOPHE ARCHAMBAULT – AFP

La situazione di Thiem ha cominciato a complicarsi nel 2021, con un dolore al polso destro. La sua ultima grande prestazione è stata la semifinale del Masters 1000 a Madrid. Poche settimane dopo, ha perso al primo turno degli Open di Francia contro l’esperto spagnolo Pablo Andújar. Ha poi salutato il suo debutto in campo a Maiorca; Era il suo ultimo torneo, lo scorso giugno, prima dell’annuncio la sua dimissione per distacco della guaina ulnare posteriore del polso destro.

Quel disturbo avrebbe dovuto tenerlo fuori dal tour per diverse settimane. In seguito ha affermato che non avrebbe subito alcun intervento chirurgico. Passarono mesi e tornei, e il ritorno tardava ad arrivare. Avrebbe giocato l’ATP a Córdoba lo scorso febbraio, ma poco prima dell’inizio del torneo ha abbandonato. “Negli ultimi giorni ho riportato un lieve infortunio tra le nocche, una distorsione ai legamenti. Il positivo è che stanno perfettamente bene, ma sento molto dolore alla mano “, ha detto poi.

Hugo Dellien, dalla Bolivia, ha battuto l'austriaco Dominic Thiem sul campo Simonne-Mathieu, nella prima giornata del Roland Garros.
Hugo Dellien, dalla Bolivia, ha battuto l’austriaco Dominic Thiem sul campo Simonne-Mathieu, nella prima giornata del Roland Garros.CHRISTOPHE ARCHAMBAULT – AFP

Alla fine, ha giocato il suo primo torneo dell’anno al Marbella Challenger, alla fine di marzo; ha perso contro Pedro Cachin di Cordoba, il che era considerato logico, poiché era il suo primo incontro in nove mesi. Già senza problemi fisici, ha provato i tornei di Belgrado, Estoril, Madrid, Roma, Ginevra, e ora al Roland Garros: sette partite, sette sconfitte. La sua ultima vittoria risale ad appena un anno fa, contro l’ungherese Martin Fucsovics, nel secondo round del Masters 1000 di Roma. Thiem non va in giro a giri: “Ad essere onesti, in tutte le partite che ho giocato da quando sono tornato, mi sentivo come se fossi molto, molto lontano dal riuscire a vincere.”.

Pochi minuti dopo la sconfitta, ha aggiunto: “Non è stata affatto una bella partita, ma è di questo che si tratta. Sapeva che il ritorno avrebbe richiesto del tempo, ma sento che il livello dei giocatori che gareggiano qui è molto alto e io non sono ancora a quel livello. Ho lavorato sodo, ma non è ancora abbastanza. Devo accettarlo, anche se è un po’ difficile. E la verità è che fa male una perdita dopo l’altra, settimana dopo settimana. Non che mi aspettassi di vincere molte partite, sarebbe stata una sorpresa. Questo è doloroso, sono molto deluso. Ma dobbiamo andare avanti”.

Thiem ha espresso che non sente più dolore, non ha problemi mentali né si sente spaventato. Il problema è che in pratica sente che il dritto esce bene, ma nelle partite le cose sono diverse. Specialmente in un Grande Slam, perché mi sento un po’ più ansioso, più nervoso, e questo influisce sul mio corpo, ed è tossico per il mio diritto, perché mi manca molto, non ho ancora la messa a punto. È quello che è successo oggi, mi sbagliavo di grosso. E sento anche che non ho ancora abbastanza potenza nei miei tiri, non faccio male con la prima di servizio, il rovescio non è ancora abbastanza veloce e a volte prendo decisioni stupide durante il punto, provo drop o tiri alle linee in un brutto momento. .

Dominic Thiem ha perso tutte e sette le partite giocate nella stagione.
Dominic Thiem ha perso tutte e sette le partite giocate nella stagione. CHRISTOPHE ARCHAMBAULT – AFP

In ogni caso, l’austriaco, attualmente 194° nella classifica mondiale, vede la luce in fondo al tunnel. “La chiave è la pazienza, essere calmi, lavorare su ciò che non funziona e poi tutto tornerà, ma ci vorrà del tempo. non so quanto; Non posso dire che lavorerò sodo una settimana e nel prossimo torneo giocherò alla grande. Devo essere paziente e sapere che ci vorranno ancora qualche mese per dire: OK, sono pronto a battere di nuovo i migliori giocatori. Possibilmente nelle prossime settimane provate ad abbassare un po’ il livello della domanda e giocate qualche Challenger. Si vedrà, nei prossimi mesi, se l’ex numero 3 del mondo riuscirà a tornare nell’élite.

Add Comment